7 maggio 2021

Alla fine è arrivato davvero questo momento, da oggi il disco è vostro.

Mi sembra sempre un miracolo vedere le cose immaginate che diventano reali (nel mezzo c’è sempre un bel delirio in effetti!).

C’è un verso nella prima canzone del disco che è stato il mio mantra durante la scrittura: “siamo qui per rivelarci e non per nasconderci”.
E’ quello che ho cercato di fare, guardarmi dentro e attorno e seguire sempre la mia strada, quella che nessuno mi indicava.

Buon ascolto! Vi abbraccio!
V.

#PaesaggioDopoLaBattaglia lo trovate QUI

P.S: nel frattempo ecco le prime date dei concerti che faremo quest’estate, altre si aggiungeranno a breve:

28 giugno – MILANO – Castello Sforzesco
30 giugno – FIESOLE (Firenze) – Teatro Romano
13 luglio – BOLOGNA – Sequoie Music Park
16 luglio – COLLEGNO (Torino) – Flowers Festival
21 luglio – COMO – Villa Olmo Festival
18 luglio – VILLAFRANCA (Verona) – Castello Scaligero
30 luglio – GARDONE RIVIERA (Brescia) – Anfiteatro del Vittoriale

Trovate tutti gli aggiornamenti sul tour alla pagina CONCERTI

30 aprile 2021

Da adesso al link https://youtu.be/WBHtCWhwKUk potete vedere il videoclip di CI ABBRACCIAMO.
Lo ha diretto Giorgio Testi qualche settimana fa al Teatro della Pergola di Firenze ed è basato sulla performance Save the last dance for me di Alessandro Sciarroni.
Sono stato da subito affascinato dal lavoro che ha fatto Alessandro sulla Polka Chinata, un ballo folcloristico bolognese, una danza di corteggiamento che risale ai primi del ‘900, eseguita in origine da soli uomini. Quando l’ha scoperta era una tradizione popolare in via d’estinzione, la danza era praticata in Italia solo da cinque persone e ha sviluppato questo progetto fatto di performance e workshop anche per diffondere e ridare vita a questo ballo.
Il video è stato realizzato grazie all’accoglienza del Teatro della Pergola e del suo direttore artistico Stefano Accorsi (che vedrete anche nel video!), di Tommaso Sacchi che ha appoggiato da subito il progetto, dei due fantastici danzatori Gianmaria Borzillo e Giovanfrancesco Giannini e di tutta la grande squadra Pulse Films Italia che lo ha prodotto.
Grazie a tutti! E come diceve Sant’Agostino secoli fa “Amate e fate quello che volete”!

V.

PAESAGGIO DOPO LA BATTAGLIA ESCE IL 7 MAGGIO

23 aprile 2021

Da oggi potete ascoltare Ci abbracciamo.
Mi piaceva l’idea di farla uscire come seconda canzone di Paesaggio dopo la battaglia perché è il polo opposto del disco rispetto a Chitarra Nera, in mezzo c’è tutto il resto.
È un canto liberatorio intimo e pubblico, ritmico e lirico.

“Tra miracoli e cose normali
e canzoni che sono richiami
richiami per gli esseri umani
Ci abbracciamo”

V.

ASCOLTA ORA:

 

SPOTIFY AMAZON MUSIC APPLE MUSIC

2 aprile 2021

Da adesso potete ascoltare Chitarra nera. L’ho scritta senza neanche pensare alla forma che dovrebbero avere le canzoni, è uscita serena e lancinante, già fatta, senza rispettare nessuna regola musicale o di metrica. L’ho registrata su queste armonie come per liberarmene, con la mia voce normale, senza neanche cantare. Irrimediabile perdita, irrimediabile fiducia. Una specie di poema, noi due come i miti greci ma da noi non si impara niente.Chitarra nera è un film a parte dentro questo disco, è la prima canzone che ho scritto dopo parecchio che non scrivevo più niente e ci tenevo fosse la prima ad uscire.
La copertina è un fotogramma dal video girato da Daniele Vicari con protagonista Elio Germano che uscirà la prossima settimana.

Una grande emozione condividerla con voi.

V.

Link per l’ascolto e per la visione in anteprima del videoclip (mertedì 6 aprile ore 21.00): www.vascobrondi.it/chitarranera

23  marzo 2021

Il 7 maggio uscirà il mio nuovo disco, si intitola PAESAGGIO DOPO LA BATTAGLIA.
Dopo un lungo periodo senza toccare una chitarra mi sono rimesso a scrivere mentre il mondo che conoscevamo cambiava radicalmente.
Ne è uscito un disco di racconti per voce e cori, per orchestra e sintetizzatori. In realtà adesso che l’ho registrato sto cercando di capirlo. In ogni canzone c’è qualcuno che ricerca fiduciosamente anche in tempi difficili tra le leggi della città e quelle dell’universo.
Dopo la battaglia c’è una pace incerta, piena di ferite e piena di sollievo.
C’è qualcuno che chiama un nome tra le macerie, qualcuno che risponde.
La prima tiratura del CD sarà a forma di libro e conterrà “Note a margine e macerie” un diario on the road in un’Italia deserta. Un racconto dei tragitti che ho percorso tra uno studio di registrazione e l’altro, di notti silenziosissime tra Milano, Ferrara e i ricordi di un viaggio in India, di un inverno a Lampedusa o dei paesi disabitati dell’Italia interna.
La copertina è una foto inedita di Luigi Ghirri scattata dalle mie parti.
C’è una Panda che con i fanali accesi emerge dalla tempesta, traballante e fiduciosa.#paesaggiodopolabattaglia

21 dicembre 2020

Sono contento di dirvi che da oggi trovate sulle varie piattaforme di streaming (al link https://smarturl.it/talismani) “Talismani per tempi incerti”, il concerto che abbiamo portato in giro in quest’estate particolare.

Uscirà anche in doppio vinile con una tiratura limitata di 500 copie, disponibile da fine gennaio ma in pre-order già da oggi al link https://bit.ly/storevb.

Ci sono dentro i talismani, le letture, le canzoni che ho scritto io e quelle che hanno scritto altri che ho cantato tutte le sere nelle piazzette, sulle colline, negli anfiteatri, nei cortili, su palchi galleggianti, nei castelli, nei parchi, in spazi enormi dove eravamo in trecento, cinquecento, massimo mille persone.

I biglietti finivano sempre in pochi giorni anche se portavo in giro uno spettacolo non ben identificato, sottotitolato “sonate per pianoforte violoncello e chitarre distorte”, facendo la cosa controproducente di leggere poeti, filosofi, cantare canzoni sconosciute.

Tra noi eravamo molto più vicini di quello che sembrava, lo spazio e il tempo manifestavano la loro arbitrarietà, i momenti erano più intensi, lo spazio che ci divideva spariva.

Ci siamo ritrovati con gli strumenti in mano, davanti alle casse degli impianti come fossero degli oracoli, come sempre misteriosamente attirati dalla musica, dall’aria che vibra a tempo con noi, dalle parole che ogni tanto si sintonizzano con la nostra confusione e fanno sentire tutto forte e chiaro.

Questo concerto è stato registrato praticamente a mia insaputa e non avrei mai pensato di farne un disco, ma adesso queste registrazioni sono diventate a loro volta un talismano, ripensando a quel buco spazio/temporale bellissimo. Talismani per tempi incerti è il nostro dono di fine anno per provare a ricambiare l’abbraccio stretto che abbiamo sentito.

Grazie ai musicisti e a tutta la squadra: Andrea Faccioli, Daniela Savoldi, Angelo Trabace, Lorenzo Caperchi, Francesco Trambaioli, Max Martulli, Samuel Basso, Samuel Basso, Luca Bernini e Michele Annechini di Gibilterra, Elisa Sitta e Francesco Cattini di IMARTS, ai promoter di ogni data, a Margherita Vicario, a Massimo Zamboni e a chi si è fatto pochi chilometri o moltissimi per raggiungerci.

Grazie!

V.

LA TRACKLIST:

1 – DOPO (poesia di Erri De Luca)
2 – LE RAGAZZE STANNO BENE
3 – MAGIC SHOP
4 – CRONACA MONTANA
5 – PUNK SENTIMENTALE
6 – MA ADESSO IO (poesia di Mariangela Gualtieri)
7 – IL WALTZ DEGLI SCAFISTI
8 – LA STRADA (poesia di Ko Un)
9 – IN VIAGGIO
10 – I DESTINI GENERALI
11 – NOI NON CI SAREMO (con Margherita Vicario)
12 – QUI
13 – SMISURATA PREGHIERA
14 – UN INCONTRO INATTESO (poesia Wislawa Szymborska)
15 – CHAKRA
16 – A VOLTE SI TOCCA IL PUNTO FERMO E IMPENSABILE (poesia di Mario Luzi)
17 – MISTICA
18 – ANNARELLA (con Massimo Zamboni)
19 – BELLO MONDO

22 ottobre 2020

“Certo le circostanze non sono favorevoli e quando mai?”

Alcune canzoni risuonano forte anche anni dopo essere state scritte.
Potete scaricare gratuitamente dal link https://www.vascobrondi.it/talismani/ una versione suonata in “Talismani per tempi incerti” di Magic Shop e Cronaca Montana che abbiamo attaccato quando ci siamo accorti che oltre a essere due canzoni che volevo suonare avevano anche più o meno gli stessi accordi.
In ogni concerto non vedevo l’ora arrivasse il momento di cantarle, lasciavano una scia quando finivano, una specie di eco e mi tornavano indietro.
Mi dicevano qualcosa di questi giorni, sono quelle canzoni che fanno tenere gli occhi aperti anche nel buio, anche quando ti sembra di non vedere niente.
Un piccolo dono per chi c’era e per chi non è riuscito a raggiungerci.

“Bisognerebbe, bisognerebbe… Bisognerebbe niente, bisogna quello che è, bisogna il presente.”

V.

Il 9 ottobre a Scandiano (RE) ci sarà l’ultima data di Talismani per tempi incerti e per questa occasione alcuni dei miei talismani si materializzeranno lì con noi sul palco.

La serata inizierà con un concerto dei Tre allegri ragazzi morti, ho pensato subito a loro per la storia che ci lega e perché li ascoltavo molto prima che diventassimo amici. Sono stati uno dei primi concerti che ho visto nella mia vita, a Copparo, in provincia di Ferrara, alla fine degli anni ’90.
Dopo quel concerto Davide Toffolo mi ha fatto un disegno su Mostri e Normali e mi ha regalato la sua maschera (mi fa un bel po’ impressione dire che è stato vent’anni fa) ed è tutt’ora uno degli oggetti a cui sono più affezionato. La maschera è sempre appoggiata sul pianoforte, mi guarda con i suoi occhi cerchiati di nero mentre suono.

Durante il mio concerto salirà sul palco con noi Massimo Zamboni che più che un Talismano è per me una specie di stella polare che mi ha indicato una direzione da seguire. Prima con i CCCP e i CSI e poi con i suoi lavori successivi. Mi ha insegnato a prendere appunti con una chitarra elettrica e a fare storia e geografia con la musica.

Ci sarà Francesco Bianconi, un’artista che ho sempre stimato e cantato tantissimo e con cui per la prima volta condividerò il palco.
Con le canzoni dei Baustelle ho scoperto un modo diverso di vedere la musica e la scrittura e tutto quello che è possibile fare in quei tre minuti e mezzo.

Ci sarà Claudia Durastanti, di cui durante il lockdown ho letto e amato prima il libro “La straniera” e poi la traduzione di “Brevemente risplendiamo sulla terra” di Ocean Vuong e che con il suo lavoro e la sua scrittura, mi viene da dire con la sua voce, è stata proprio un accompagnamento di quel periodo.

Un altro “talismano recente” è stata Margherita Vicario che credo abbia un grande talento e la capacità rara di scrivere canzoni piene di dettagli e piene di vita. E ci stiamo inventando qualcosa da cantare insieme per quella sera.

Per finire ci sarà Paolo Cognetti che in questi anni oltre che un talismano con i suoi libri, da Sofia si veste sempre di nero a Le otto montagne, è diventato anche un grande amico con cui condivido momenti di scrittura e di esplorazioni tra i sentieri di montagna e le strade di Milano.

Ci vediamo lì.
V.

Prevendite aperte al link https://www.boxerticket.it/per-gli-invisibili-scandiano/

Tutte le informazioni le trovate su sull’evento facebook https://www.facebook.com/events/3338635116230123.

La serata rientra nel programma di eventi “GLI INVISIBILI” organizzati dalla Regione Emilia Romagna a sostegno dei lavoratori dello spettacolo

Quest’estate non avevo previsto di suonare ma poi sono arrivate un paio di belle occasioni per rivedersi e la dimensione intima che in questo caso non è una mia richiesta strana ma una condizione necessaria, l’idea di queste sonate per pianoforte, violoncello e chitarre distorte e la possibilità di condividere le cose che sto leggendo e di ritrovarsi dopo questo periodo assurdo, sono state un richiamo irresistibile.

Mischiare alle mie canzoni altre canzoni che ho sempre ascoltato e scritti che mi sono rimasti dentro e tornati in mente come anticorpi in questi tempi di incertezza.
Incontrarsi, ritrovarsi nello stesso luogo fisico. Riportando fuori i corpi in posti stupendi, tutti insieme responsabilmente come diceva più o meno un vecchio film!

A presto! Buoni giorni!

V.